Tag

,

Ciao ai miei amici…

Posto oggi una poesia di qualche tempo fa, dedicata a un amico scomparso… Ogni tanto tornano ricordi che credevo perduti… Passano sensazioni insolite, legate alla mia gioventù, ormai…lontana…

Ma va bene anche così… Trovare dentro la mente piccole gemme di dolore che non ricordavo di avere ma che hanno contribuito a fare di me ciò che sono…

Soprattutto senza averle cercate, semplicemente… vivendo.

 

 

Tratta dal blog http://blog.libero.it/ILMAREINDIRETTA/6953426.html

 Penso alle onde selvagge

Penso alle onde selvagge,

che s’infrangono

sugli scogli del porto

e ricadono

rabbiose e sconfitte

in mille creste candide.

 

A quelle morbide e dolci,

che approdano sulla spiaggia

e raccontano storie

d’amore  e di naufragi.

 

Guardo la rena,

di cenere d’ardesia e di sole,

testimone di notti d’estate,

di giochi e di sudore bruno.

 

E poi la baia,

culla di barche e di battelli,

verde di chiome e di sirene,

nel crespo specchio trasparente

che separa vite e mondi.

 

E sento il sole,

sulla pelle,

bruciare senza colpa.

Il vento,

sciolto nei capelli

fresco, e vivo.

 

Manchi tu solo,

preso dal mare.

 

E sembra quasi una fiaba.