Ciao a tutti.

Mi scuso con tutti i miei amici, con i miei visitatori  per questa mia lunga assenza dal blog, ma proprio non posso evitarlo.

Sono molto presa, ho problemi di varia natura che non posso trattare qui.

Ciò che conta però è lasciarvi un messaggio di speranza, di pace e di gioia, perchè è questo che significa la Santa Pasqua.

Per il momento mi limito a lasciarvi questa piccola nota  "tecnica", sperando di riuscire a "postare" qualcosa di più serio.

La Quaresima, la Settimana Santa sono momenti molto intensi nella vita di un cristiano, e quest’anno ho deciso di viverli "come si deve" con quello spirito giusto di penitenza e di pentimento che serve.

Niente di eclatante, niente di esagerato: ho soltanto cercato di mettere Gesù più al centro della mia vita, delle mie giornate, del mio pensiero.

Aldilà delle parole, dei gesti, del quotidiano.

È magnifico Gesù. E non mi viene nessun’altra parola. Perchè il Suo nome riempie tutto il resto.

Perchè ho la sensazione di perdre tempo facendo tutto il resto?

Perchè ci sono domande che salgono dentro di me che sono più grandi di me?

Alla fine, dove voglio veramente andare?

 

 

Quando “cade” la Pasqua.

La regola che fissa la data della Pasqua cristiana fu stabilita nel 325 dal Concilio di Nicea.

I padri decisero che la Pasqua cadesse la domenica successiva alla prima luna piena dopo l’equinozio di primavera. (21 marzo).

Di conseguenza è sempre compresa nel periodo dal 22 marzo al 25 aprile.

Supponendo infatti che il primo plenilunio di primavera si verifichi il giorno dell’equinozio stesso (21 marzo) e sia un sabato, allora Pasqua si avrà il giorno immediatamente successivo, ovvero il 22 marzo.

Qualora invece il plenilunio si verificasse il 20 marzo, bisognerà aspettare il plenilunio successivo (dopo 29 giorni), arrivando quindi al 18 aprile.

Se infine questo giorno fosse una domenica, allora occorrerà fissare la data della Pasqua alla domenica ancora successiva, ovvero il 25 aprile.

La data è calcolata dai cattolici utilizzando il calendario gregoriano, mentre gli ortodossi  usano il calendario giuliano.  Tuttavia quest’anno la celebreremo lo stesso giorno: il 4 aprile.

Advertisements