Ad … Dio

Ecco il mio corpo,

pronto

per un piccolo cuore di legno,

sfigurato dal coma e dall’inedia.

Irriducibile

Oggetto d’Amore,

liso e sdrucito

come una reliquia,

troppo difeso…

troppo conteso.

Ma niente

della gioventù

è rimasto

nelle carni e nel sangue

e io sola lo riconosco appena.

Altro è il mio Destino e

non lungo il viaggio.

Linda la veste

e acconci i capelli,

ritta e ridente

m’incammino,

sciolta da ogni vincolo:

creatura Celeste

senza più catene.

Dedicata a Eluana Englaro, nata al Cielo il 9 febbraio 2009 (09.02.2009).

 

Ai miei visitatori, su questo post, l’invito ad un attimo di riflessione e di preghiera:

La Pietà non lasci i nostri cuori e non s’inaridiscano le nostre speranze: noi siamo fatti per il Cielo e "brani di Paradiso" possiamo già assaporarli in questa vita.

Il Volto di Cristo "patiens "che si specchia in tutti coloro che soffrono sia monito per noi:

Ci insegni ad accoglierLo e ad accettarLo.

La Fede si erga a baluardo del "Nulla eterno", ci consegni, intatta LA SPERANZA; non quella astratta e sterile di un "realismo magico" ma quella viva e  fertile che fortifica l’Anima di fronte a tutte le avversità dell’esistenza.

http://www.glauco.sat2000.it/mms/Sat2000/diretta_new/eluana/eluana.html

 

 

Annunci