COLLETTA ALIMENTARE
2008
 


Sabato 29 novembre 2008 si svolgerà la dodicesima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.
Nell’edizione 2007 sono state raccolte 8.932 tonnellate di generi alimentari
.

La durezza del tempo presente colpisce ormai tutto il nostro
popolo.
La solitudine e la fragilità dei legami familiari e sociali rendono le persone
ancora più povere, in uno scenario economico già allarmante.

In questa
situazione, il semplice gesto di carità cristiana, che è il condividere la
propria spesa con il più povero, è come "accendere un accendino nel
buio". L’estraneità e la paura sono sconfitte, può nascere un’amicizia che
rilancia nella realtà col gusto di essere nuovamente protagonisti, sostenendosi
nella quotidiana fatica del vivere.



Con queste  parole, scritte accanto al
foglietto di  un  calendario giornaliero, il Banco Alimentare invita
tutti, sabato prossimo, a fare la spesa per chi ha bisogno, offrendo alla
meditazione  questa frase:

 

CONDIVIDERE I BISOGNI PER
CONDIVIDERE IL SENSO DELLA VITA

 

 

Ciao
a tutti i miei amici …

Un
abbraccio affettuoso e sincero  alle
tante persone che, nonostante la mia assenza, 
sono tornate più volte  sul mio
spaces, mi hanno telefonato o scritto… che mi hanno aspettato, atteso…

O
forse, sarebbe meglio dire, hanno atteso che fossi pronta io, per il ritorno…

In
verità, a parte le molte incombenze che, da mesi, si accumulavano, ho dovuto
fare i conti anche con me stessa.

La
mia tesi mi ha allontanato così tanto da me stessa che c’è voluto un bel po’ di
tempo per “digerire” tutta quella grande “diversità” che, come nelle
migliori  tradizioni,  “ti fortifica o ti uccide”.

Dovevo,
in altre parole, riprendere “il largo” verso lidi che mi si confanno
maggiormente.

Confesso
che avevo un po’ di timore anche a riaccostarmi a queste pagine, forse per un
senso di aspettativa che credo di percepire nei miei lettori. In realtà, sono
io che “mi aspetto molto” da me stessa e non riuscivo a trovare “le parole”
per riprendere quel filo interrotto, per ricominciare a scrivere di speranza e
di gioia, di poesia e d’amore.

Per
scrivere bisogna avere qualcosa da dire, sentimenti e sensazioni da
trasmettere, idee e pensieri da condividere… in un certo senso, è come se mi
fossi… “congelata”.

Ma  un po’ di tempo è trascorso; al gelo
dell’inverno che avanza si risponde con caldi pullover, vin brulè  e… solidarietà, che  scalda l’anima e fa bene al cuore.

Così
ho pensato bene che un’ottima idea per ritrovarmi con amici e lettori in  questo salottino “privè” potesse partire  dalla 
“SOLIDARIETA’”.

Come
tutti voi ormai sapete, l’ultimo sabato di novembre  si svolge la

 

GIORNATA NAZIONALE DELLA COLLETTA ALIMENTARE,

 

che  quest’anno è alla sua  dodicesima edizione.

In un
intervento a parte darò delucidazioni più precise su questa splendida
manifestazione ; per il momento mi limito a lasciarvi il link  della Fondazione  Banco Alimentare,

 

http://www.bancoalimentare.org/documenti/CScolletta2008.pdf

 

e a
trasmettervi il mio entusiasmo per questa fantastica iniziativa di solidarietà
sociale che compie un piccolo – grande miracolo:

DARE  SPESSO PIU’ GIOIA A CHI LO COMPIE CHE A CHI
LO RICEVE.

Fare
un gesto di carità cristiana ci aiuta a guardare noi stessi in un’ottica più
umana… in qualche misura ci rende e ci fa sentire “più ricchi”, non fosse
altro, di bontà.

Con
la mia partecipazione alla Colletta Alimentare in veste di Volontario Capo
Equipe ho già avuto modo di verificare “sul campo” la soddisfazione che se ne
ricava a livello personale, ma questo è poco o nulla a confronto della gioia
che ti danno gli altri quando, sollecitati una volta, la prima volta, ti si
ripresentano puntuali all’appuntamento annuale, quasi senza che tu debba
“richiamarli al dovere”.

Riprova
concreta che  la Carità è una grande
medicina dell’umore, e che assaggiarne un pezzetto “rende golosi”.

L’appello,
allora, è quello di essere generosi, senza pretese ma spontaneamente, col cuore
e non solo con la ragione, perchè , come dice Mons. Mauro Inzoli :

  “il Banco Alimentare è stato il tentativo di
imitare lo sguardo commosso di Cristo sul bisogno dell’uomo.”

 

Buona
Colletta a tutti voi, ai vostri amici,  parenti e conoscenti: fatevi maglia di
una rete di solidarietà che protegga e difenda gli anelli più deboli della
società in cui viviamo.


Annunci