Tag

, , ,

Ciao ai miei amici.
Ho trovato, tra le poesie scritte da ragazza, questa.
La ripropongo ora, oltre trent’anni dopo.
Mi ha ridato la misura di un malessere giovanile dimenticato.
La dedico a tutti quei genitori che “non si accorgono” di quanta fatica fanno i loro figli, a vivere….
Un abbraccio a tutti…
Sta lì l’albero storto

e trema.

Guarda le molli

acque buie.

Allunga

i suoi rami fradici

l’albero morto,

sulla strada

lucida e sporca

di luci grigie. 

Sono io

l’albero nudo, giù,

nella strada,

la notte di Natale.

Annunci