Tag

,

Ciao.

Torno  oggi a parlare delle  regole dell’amore.

Faccio subito una precisazione, o meglio la ribadisco.

A dire la verità  può sembrare brutto parlare di REGOLE.

Dà l’idea di un qualcosa di freddo, rigido, innaturale.

Ma si comprende bene che in questo caso regola vuol dire qualcosa di diverso.

Vuol dire ordine, armonia, disciplina.

Persino gli ordini monastici si ispirano ad una “regola”.

Vuol dire  non abbandonarsi al caos e alla confusione.

Le regole dell’amore di cui parliamo non sono binari del treno al di fuori dei quali si deraglia…

Sono verità eterne dedotte dalla vita di persone che l’amore vero l’hanno dato e ricevuto. Esempi universali cui basterebbe accostarsi per provarne gli effetti benefici.

Passeggiando come una funambola sulla rete  trovo un po’ d’ovunque persone che parlano d’amore, lo cantano, lo scrivono ….lo vivono.

Sempre con toni iperbolici, esagerati, eccessivi, direi spesso smodati.

Più che parlare d’amore sembra una gara a chi… esagera di più.

Ma l’amore è tante cose. Incorpora in sé  molti altri sentimenti ….

Tutti importanti, anche se presi singolarmente…

La tenerezza, la dedizione la passione, il sacrificio… l’impegno…

 

Ok! Bando alle ciance  e cominciamo a parlare del’

 

L’OTTAVA REGOLA

L’IMPEGNO

 

C’è  una cosa che mi piacerebbe avere. Un bel giardino curato.

A dire la verità ho, sotto casa, un pezzetto d’orto, ma non è la stessa cosa.

A me piacciono i giardini ben curati, grandi, con le aiuole ben disegnate, piante e fiori disposti in modo decorativo e armonico.

Immagino il mio giardino dei sogni come una sinfonia di profumi e colori  in cui lo spirito possa ristorarsi e rinascere.

Ma la cura di un giardino richiede competenza e…. impegno.

E, in effetti, guardando qualcosa di veramente bello, che si tratti di un bosco come di un prato, di un giardino come di una serra, (tanto per restare… in tema) ciò che balza agli occhi è l’impegno  profuso per raggiungere i risultati  che si concretizzano nell’armonia e nella perfezione formale.

AMARE SIGNIFICA INNANZI TUTTO IMPEGNARSI

Se si desidera veramente conoscere l’amore e costruire rapporti duraturi, allora è necessario impegnarsi ad essere affettuosi, altruisti e premurosi.

Spesso però LA PAURA d’impegnarsi è il più grande ostacolo  all’amore.

Può anche darsi che questo tipo di paura investa la sfera lavorativa  e/o sociale; in ogni caso l’incapacità di impegnarsi in una relazione di coppia impedisce di creare legami solidi e duraturi.

Quando si ama veramente, ci si sente totalmente legati all’oggetto del proprio amore e quindi si fa in modo di essere sempre presenti nel momento del bisogno e  si pone il proprio amore davanti ad ogni cosa.

Così appare evidente che se si desidera  l’amore, si debba cercare di superare la propria paura ed essere disposti a dare tutti se stessi per le cose e le persone che si amano.

Purtroppo la mancanza d’impegno è un problema molto comune.

Soprattutto per chi poi, è già stato lasciato. Inconsciamente  non ci si sente preparati ad affrontare  un altro rapporto, con il rischio del dolore emotivo derivante da un’eventuale  separazione o da una perdita.

Molti finiscono col scegliere di vivere in una “tranquilla disperazione” , sapendo che l’amore esiste e che si può avere, ma timorosi del dolore che ne può derivare, nel caso lo si perda.

 

L’INCAPACITA’ DELLE PERSONE DI ASSUMERSI UN IMPEGNO COSTITUISCE UNA DELLE PRINCIPALI CAUSE ALLA BASE DELLE DIFFICOLTA’ NEI RAPPORTI INTERPERSONALI.

Quanto detto sopra appare più evidente nei momenti di crisi e di difficoltà di una relazione.

Spesso LE DIFFICOLTA’ PROVOCANO LA SEPARAZIONE.

Perché?

Perché CI SI DIMENTICA CHE IL RAPPORTO DEVE VENIRE PRIMA DI QUALSIASI ALTRA COSA.

Prima del lavoro, della carriera, della macchina, dei vestiti.

Non bisogna MAI pensare ad una separazione. Questo pensiero

PROPRIO, NON DEVE MAI ESSERE PRESO IN CONSIDERAZIONE.

Mai minacciare un abbandono.

Le difficoltà vanno affrontate insieme e, se non ci si sente abbastanza impegnati, in un rapporto, è facile lasciar perdere ogni cosa e mollare tutto.

Quindi a questo punto appare chiaro che,

L’IMPEGNO E’UN INGREDIENTE FONDAMENTALE DELL’ESISTENZA.

Quando l’impegno viene a mancare  insorgono i problemi.

Mi viene da pensare all’amore di una madre.

Una mamma affettuosa, che ama il proprio bambino , non gli dirà mai “oggi ti amo, domani…non so”.

L’amore  per il suo bambino è eterno, indistruttibile , nel bene e nel male.

In sostanza,

e’ necessario impegnarsi anima e corpo per ottenere  cio’ che si ritiene importante per la propria vita e creare  cosi’ amore e stabilita’ nella propria esistenza e in quella delle persone che si amano.

 

L’AMORE  E UN RAPPORTO BASATO SULL’AFFETTO E IL RISPETTO,

DEVONO ESSERE PIÙ IMPORTANTI DI QUALSIASI ALTRA COSA.

 

 

AMARE SIGNIFICA IMPEGNARSI

Non esistono eccezioni.

 

Spesso, riprendendo la metafora dei giardini , ci si meraviglia  di come un terreno brullo e incolto possa essere all’origine di un giardino lussureggiante.

La risposta è sempre nell’impegno del giardiniere.

La risposta è L’AMORE.

 

Rileggendo quanto è stato scritto fin’ora deduciamo che:

 

1.    Se vuoi l’amore  dai  tutto te stesso e il tuo impegno si rifletterà nei tuoi pensieri e nelle tue azioni.

2.    L’impegno è la vera prova d’amore.

3.    Per avere rapporti fondati sul vero amore, impegnati con tutto te stesso.

4.    Se ti impegni nei confronti di qualcuno o qualcosa, abbandonare  la partita non è un’opzione possibile.

5.    L’impegno distingue un rapporto fragile da uno forte.

 

Continua

Advertisements