Tag

,

Ciao  a tutti.

Ringrazio pubblicamente tutti  coloro che mi hanno lasciato messaggi , consigli,  saluti e  quant’altro.

Non pensate neanche per un  attimo che farò finta di niente.

Anzi mi impegnerò di più.  Però ci vorrà pazienza.

Il tempo a mia disposizione per il blog è  poco e circoscritto.

E io sto scoprendo ogni giorno di più che avrei un mondo di cose da scrivere e più ci penso più crescono le idee.

Cercherò di fare del mio meglio.

Oggi l’intenzione è quella di parlare della

 

SETTIMA REGOLA

LA COMUNICAZIONE

 

Uno dei problemi più diffusi tra le persone, oggi, non è l’incapacità di amare quanto quello di ESPRIMERE E COMUNICARE IL PROPRIO AMORE.

Forse bisognerebbe sapere che per conoscere  l’amore e creare rapporti fondati su questo meraviglioso sentimento

E’ NECESSARIO DESIDERARE DI ESTERNARE LE PROPRIE EMOZIONI.

Pare incredibile.

Malgrado l’alto livello di istruzione ci sono veramente moltissime persone che HANNO UN PROBLEMA e non lo sanno.

Il problema è l’incapacità di comunicare .

Oh bè, per parlare si parla. Spesso troppo e a sproposito.

Ma quando si tratta di aprire il proprio cuore ( o di chiuderlo) molte persone si affidano al telefono o ai messaggini, o al computer.

Si evita il contatto interpersonale diretto.

Troppo forte la paura di essere o sentirsi inadeguati, fragili, incapaci di reggere la situazione.

E questo vale  per tutti i tipi di rapporti.

In amore però le cose sono più gravi.

Sia tra fidanzati che tra coniugi LA COMUNICAZIONE E’ se non TUTTO, TANTISSIMO.

Provate a pensare. Quand’è che avete detto TI AMO al vostro partner?

Io stamattina, con un bacio, prima che uscisse di casa per andare al lavoro.

E ieri sera quando è tornato, dal lavoro.

Lo so che sa che lo amo. E anche  lui sa che io so che lui mi ama.

Ma costa così poco dirselo. Quando è vero.

E’ come un gioco.

E, anche se qualche volta ci sembra meno vero , dirselo AIUTA A FARLO DIVENTARE VERO.

Ognuno vorrebbe sentirsi al centro dell’attenzione dell’altro, sentirsi apprezzato.

Un apprezzamento sincero, fatto col cuore, è sempre gradito. Da tutti.

Così non ci si rende conto che l’incapacità di comunicare  è il principale problema alla base delle crisi nei rapporti affettivi.

 

IMPARARE A COMUNICARE  diventa in mezzo per imparare ad amare.

 

Certo, può essere difficile comunicare i propri problemi ed esternare i propri sentimenti.

Si ha PAURA del ridicolo, di non essere compresi o addirittura  di essere  fraintesi

(Paura, ricordate quanti danni fa la paura? Io credo che  quando il serpente tentò Eva, lo scopo non era quello di farle mangiare la mela di farle conoscere il peccato  ecc. ecc. no.

Lo scopo era quello di insediarle la paura nell’anima.

E si può dire che in quanto a questo, c’è riuscito perfettamente).

Ma tutto ciò non ci interessa.

Facciamo quindi il primo passo

  COMINCIANDO A COMUNICARE  ESPRIMENDO I NOSTRI SENTIMENTI.

 

SE NON FACCIAMO QUESTO NON POSSIAMO DARE E RICEVERE AMORE

 

Stasera, tornati a casa  date un bacio al vostro  partner e

DITEGLI QUANTO LO AMATE… quanto conta per voi …

 e  fate lo stesso con i vostri figli,

con vostro padre e vostra madre se  avete la fortuna di averli ancora.

Non perdete altro  tempo. Non perdete l’occasione di  godere del bello di amare ed … essere ricambiati.

E non pensate che  tre semplici parole non possano fare una grande differenza.

Forse no…  ma provare?

 

Amare significa condividere e comunicare non solo i propri sentimenti, ma anche le proprie speranze, le paure, i problemi.

Chiudendosi in se stessi, non solo si corre il rischio di restare isolati e diventare depressi,

MA SI NEGA A CHI CI E’ VICINO L’OPPORTUNITA’ DI ESSERE D’AIUTO O DI SOSTEGNO.

 

Ogni difficoltà porta con sé un dono che può arricchire la vita.

 

Per conoscere l’amore e migliorare i rapporti interpersonali bisogna imparare a comunicare. Soprattutto l’apprezzamento verso l’interlocutore.

L’amore non è statico. E’ qualcosa di vivo.

Come una pianta, può crescere  e fiorire o avvizzire e morire.

Dipende tutto dalle cure che le si prestano.

La comunicazione rappresenta l’acqua, senza la quale la pianta non può sopravvivere.

La domanda da un milione di euro è:

COME SI FA AD IMPARARE A COMUNICARE?

Chiunque può imparare a farlo.

Ciò che si deve fare è superare le paure.

Del ridicolo  o del rifiuto.

Un buon consiglio potrebbe essere quello di pensare  a una frase del tipo:

“Se stessi per morire e potessi fare una telefonata, chi chiamerei?

Cosa gli direi?

Perché aspetto a farlo?

Non bisognerebbe mai dimenticare che ogni volta che si incontra una persona, potrebbe  essere l’ultima volta e quindi , finchè si può, sarebbe meglio dirle ciò che si desidera.

Uno dei dolori peggiori della vita  è quello che proviene dal rimpianto di non aver detto a una persona cara, prima di perderla, quanto le si voleva bene.

E’ necessario comunicare, anche per evitare che sorgano problemi all’interno della coppia. Spesso le incomprensioni nascono proprio dall’incapacità di esternare i propri sentimenti. Piccole offese o piccoli torti potrebbero essere facilmente affrontati e risolti prima di diventare insormontabili.

IMPARARE AD APRIRSI CON CHI SI AMA E IMPARARE AD ASCOLTARE GLI ALTRI;

COMPRENDERE PIENAMENTE IL SIGNIFICATO DELLE LORO PAROLE, SOPRATTUTTO SENZA MOSTRARE VERGOGNA  PER I NOSTRI SENTIMENTI.

Quando ci si perde, può essere utile anche l’aiuto di qualcuno che si è perso prima di noi.

Insieme spesso è più facile ritrovare il sentiero smarrito. 

La vita è come la foresta:

a volte ci perdiamo e ci sentiamo confusi, ma se condividiamo con gli altri le nostre esperienze e i nostri sentimenti, il cammino non sembra più così difficile.

No, non è semplice. Nessuna delle cose che contano lo è.

Ora, prima di lasciarvi ripasserò i punti di questa settima regola.

  1. Imparando a comunicare apertamente e sinceramente, la vita cambia.
  2. Amare significa comunicare con l’oggetto del proprio amore.
  3. Esprimi apertamente il tuo affetto e il tuo apprezzamento nei confronti di chi ami. Non  avere mai paura di dire “Ti amo”.
  4. Non perdere  mai l’opportunità per lodare un tuo simile.
  5. Lascia sempre la persona che ami con una parola affettuosa: potrebbe essere l’ultima volta che la vedi.
  6. Se stessi per morire ma potessi fare una telefonata a chi ami, chi chiameresti e cosa le diresti….ma perché stai aspettando?

 

Pensate a queste cose… il passato è passato ma la vostra vita è lì, stesa davanti a voi come come una tela bianca. Coraggio… colori, pennelli e amore

continua

Advertisements