Vi sono persone morte alla vita ma immortali, per noi.
In giornate come queste il loro ricordo, che non ci lascia mai, si riaffaccia gentile e ci richiama alla corrispondenza d’amorosi sensi di una lontano passato.
Ecco perchè io credo e dico che veramente, chi si è amato , e ci ha amato, non muore mai. Che non ci lascia mai.
Parlo dell’amore sublime, perfetto e disinteressato che è incurante del tempo e della materialità.
Dell’amore che non si ferma, anche se noi lo facciamo. Che ci consola anche quando sembra che ciò non accada.
Ma stasera vorrei lasciare un messaggio anche più grande di me.
Chi è stato tanto amato spesso ha imparato, e ama tanto. E l’Amore genera amore, se è amore vero.
Per alleggerire un pò il tono vorrei parafrasare la fiaba della principessa sul pisello:
Se non sente il pisello sotto venti materassi non è una vera principessa… come dire….
se l’Amore che conosci non ti spinge a dare altro amore… Non è amore vero…

 
 
 
Sono rinato molte volte, dal fondo

di stelle sconfitte ricostruendo il filo

delle eternità che ho popolato con le mie mani,

e ora morirò senza nient’ altro, con terra

Sopra il mio corpo, destinato a essere terra".

 

Rileggendo queste poche righe ho improvvisamente ricordato perchè Pablo Neruda mi piaceva tanto quando ero "una fanciullina"…