Tag

,

Ciao a tutti.

Oggi  cercherò di non perdermi in chiacchiere e di andare direttamente  al cuore  della questione.

Affronterò la più facile  delle 10 regole dell’amore:

LA TERZA REGOLA

IL DONARE

 Forse non ci avete mai pensato, o lo avete fatto, ma non sapevate poi come risolvere la cosa.

Cosa bisogna fare per “ricevere amore”?

La risposta è così scontata, così semplice che quasi “non ci si pensa”.

DONARE AMORE. Semplicemente questo.

Più ne dai e più ne ricevi.

Il fatto è  che donare amore spontaneamente  non è proprio una cosetta da nulla. Ma si può fare.

Bisogna cominciare con poco.

Magari  cominciando a sorridere di più.

Un sorriso sollecita quasi sempre un altro sorriso.

Una parola gentile, un gesto carino, inaspettato, una telefonata, una lettera….

Ci sono molte cose che possiamo scegliere di fare…

E le persone reagiscono… non tutte sorrideranno e risponderanno con un gesto, una parola, una telefonata…. MA LA MAGGIOR PARTE SI.

 

E’ SORPRENDENTE VERIFICARE COME LE DIMOSTRAZIONI D’AFFETTO “TORNANO INDIETRO”. E il più delle volte con gli interessi.

Magari non dalla stessa persona, ma tornano.

Non credo sia scontato fare ora una  piccola digressione sulla fugacità dei beni materiali e sul rapporto  materialità-spiritualità.

 

MI è sempre piaciuto pensare che le regole matematiche valgono soltanto nella concretezza della materialità.

Il denaro , che  lo sottrai o lo dividi , è  comunque sempre limitato, quindi  da  una sottrazione o divisione  otterremo sempre parti più piccole dell’originale.

 

Ma l’amore  che ogni individuo ha dentro di se è illimitato  e  donandolo non si perde ma cresce e si “moltiplica” spesso in modo esponenziale .

L’unico modo per perdere l’amore  che c’è dentro di noi  è negandolo agli altri.

Qualcuno potrà obiettare che  “amare alcune persone è solo una perdita di tempo e di energie.” La sensazione prima è che non se ne trarrà nessun vantaggio. E quindi, a pelle , sembrerà del tutto inutile.

Ma, se aveste dei semi che producono piante e fiori meravigliosi dove li piantereste?

In una  splendida foresta , in un giardino lussureggiante o in un campo deserto? Qual è secondo voi il terreno che ha più bisogno di quei semi e in cui questi ultimi determinerebbero la differenza?

Naturalmente il campo deserto.

Lo stesso vale per i semi.

Se quei semi fossero l’amore , qual è il posto dove ce ne sarebbe più bisogno?

Nei cuori già colmi d’amore o in quelli induriti e soli?

Anche se non sembra facile, UN SORRISO  costa lo stesso sforzo di una smorfia. UNA PAROLA GENTILE ED AFFETTUOSA richiede lo stesso tempo di una critica.

SCEGLIERE DI ESSERE GENTILI E PREMUROSI  è facile quanto scegliere di essere egoisti e indifferenti.

 

Il fatto è che molti non sono disposti a fare il primo passo. A essere generosi per primi.

Questo, forse, fa si che queste persone  trovino raramente l’amore perché ASPETTANO DI ESSERE AMATE prima di amare.

Un po’ come  il musicista che disse :” suonerò solamente quando la gente comincerà a ballare”.

IL VERO AMORE E’ INCONDIZIONATO

Non chiede niente in cambio.

Cominciare ad amare è semplice.

Basta cominciare e “fare pratica” con i propri  familiari, anche con quelli “meno simpatici”.

In fondo, siamo tutti creature di uno stesso Dio.

Apparteniamo tutti alla stessa famiglia.

L’essenza dell’amore sta nella  CAPACITA’ DI VEDERE SE STESSI NEGLI ALTRI.

Chi vuole conoscere l’amore  deve essere pronto a donare amore incondizionatamente, SPONTANEAMENTE, per il solo piacere di farlo.

Essere gentili disponibili e generosi di se. Donare amore affinché entri nelle persone  e vi resti per il resto della vita.

Aiutare il prossimo per il gusto di farlo. Per il bene interiore che se ne prova.

Il “POTERE DEL DONARE” dà energia. Ci rende consapevoli di una forza che viene da dentro di noi  di cui neppure abbiamo l’idea.

PROVARE PER CREDERE.

Imparare ,in una relazione, a focalizzarci piuttosto sul dare che non sul ricevere.

Chi vuol ricevere più di quanto dà, inevitabilmente mette in crisi un rapporto. Sia di coppia che non.

Pensare prima a cosa si può dare al proprio compagno piuttosto di ciò che si potrà avere.

SI PUO’ CONOSCERE L’AMORE DONANDOLO AL PROSSIMO.

L’AMORE VERO E’ LA SCOPERTA DI NOI STESSI IN UN ALTRO INDIVIDUO

Così, riassumendo potremo dire che:

        Chi vuol ricevere amore non deve fare altro che DARE AMORE;

        Più amore si dona più amore si riceverà;

        Amare significa donare se stessi liberamente e incondizionatamente;

        Donare amore a chiunque per ricevere amore;

        Prima di impegnarsi in una storia no chiedersi cosa  il proprio compagno potrà dare , ma ciò che si potrà donare a lui.

Bè, non so voi ma io trovo queste regole  FANTASTICHE.

Naturalmente  sarà DIFFICILISSIMO APPLICARE TUTTE LE REGOLE CONTEMPORANEAMENTE,  ma si potrà , più semplicemente,cominciare dalla prima, fare un po’ di pratica poi passare alla seconda e così via, facendo degli aggiustamenti lungo la strada.

Forse i risultati non verranno subito subito. Ma verranno.

Bisogna dare anche agli altri il tempo di comprendere ed accettare il  nostro cambiamento.

Mentre noi facciamo questo “lavoro di ricerca” dell’amore,  che porta dei cambiamenti radicali nella nostra vita, gli altri, oltre a goderne, saranno incuriositi.

L’amore rende felici. Fa star bene. In un certo senso rende forti. Coraggiosi. In una parola, ci rende migliori.

 

I miei interventi sul blog li scrivo per me, perché  l’ARGOMENTO AMORE è un argomento che mi piace moltissimo, sul quale c’è moltissimo da dire e sul quale spesso si fa moltissima confusione.

Se poi, c’è qualcuno che li legge, li trova interessanti  e  prova a metterli in pratica, vorrà dire che, con queste persone  HO QUALCOSA IN COMUNE e che, anche loro, oltre me 

CREDONO NEL POTERE STRAORDINARIO DELL’AMORE.

Il segreto, in fondo è tutto lì.

Un bacio

Continua